News

Il Piano sociale e sociosanitario. Incontro pubblico

 

Si è tenuto l’incontro pubblico “Verso il piano sociale e socio sanitario della città di Potenza” presso il Cestrim di via Acerenza in Potenza ieri 10 Giugno 2021 alle ore 17,30 organizzato dal gruppo Consiliare Basilicata Possibile del Comune di Potenza .
Relatore ed esperto dell’argomento in discussione è stato l’assessore alle politiche Sociali del Comune di Bologna, Giuliano Barigazzi.
La sua relazione ha nettamente messo in luce che in materia di welfare, la nostra Regione resta indietro anni luce sull’argomento. In particolare il loro ufficio di Piano
ha già attivato tutti i provvedimenti previsti dalle leggi Nazionali istituendo anche un fondo di Comunità che ha dato risposte concrete ed immediate alle persone fragili specie in questi tempi di Pandemia. Sono seguite le relazioni dei diversi rappresentanti delle Associazioni del territorio che hanno sollecitato interventi di collaborazione e di coinvolgimento per attuare coprogettazioni per interventi mirati. Erano presenti tra gli altri, il dott.Rocco Paternò Presidente dell'Ordine dei Medici, l’assessore dei servizi Sociali del Comune, Fernando Picerno, il Consigliere Giuseppe Biscaglia ed il Sindaco Mario Guarente collegato in remoto. L’augurio è quello di una più attenta disamina ed interventi a favore delle persone disabili della nostra Provincia. Moderatore dell’evento la nostra socia onoraria Rina De Robbio.

 

 

 

L'Associazione ricevuta dall'Amministratore ATER Vincenzo De Paolis

La nostra Associazione ha incontrato l'Amministratore De Paolis il giorno19 Maggio per rimuovere le criticità create dal Comune di Potenza per l'acquisizione dell casa-domotica in Bucaletto. Qui in calce il documento protocollato e consegnato con le nostre   richieste:

Esimio amministratore,

dopo la mia visita in Ater per presentarLe la nostra Associazione nel Dicembre scorso, non abbiamo avuto in seguito occasione di incontrarci per risolvere alcune criticità a riguardo della struttura in Bucaletto denominata “Casa Domotica”.

La nostra Associazione  ha perorato e collaborato alla realizzazione di tale struttura per l’accoglienza di soggetti disabili gravi.

Alla presentazione del progetto per la realizzazione dei cento alloggi nell’anno 2011, l’Ater su richiesta circostanziata dei Servizi Sociali del Comune di Potenza che aveva recepito le nostre necessità, si impegnò a realizzare un sito per soggetti disabili gravi, stabilendo anche la somma per il fitto sociale da corrispondere.

La struttura, ormai ultimata da tempo, è stato oggetto di visita , da parte della  quarta Commissione Comunale nell’anno 2019 per verificarne la ultimazione e la sua fruibilità.

Ad oggi, nonostante anche le nostre sollecitazioni, il Comune di Potenza non ha acquisito il sito e abbiamo forti dubbi che ci inducono a pensare il loro poco interesse a perfezionare l’operazione.

Siamo qui pertanto a sollecitare un suo intervento, anche con una audizione congiunta in quarta Commissione Regionale, per sbloccare questa situazione incresciosa ed a proporre pertanto un bando pubblico o una manifestazione di interesse che ci permetta di acquisire direttamente la struttura che dovrà essere utilizzata per scopi sociali di accoglienza per disabili gravi.

La nostra Associazione, si propone di utilizzare con propri progetti finanziati da Istituzioni Nazionali e territoriali l’accoglienza di soggetti di cui sopra o in alternativa stipulare con le stesse Istituzioni, le opportune convenzioni, così come sancito dalla legge 117-2017 del terzo settore per la gestione del servizio.

Siamo certi della sua sensibilità per risolvere il problema o per indicarci proposte alternative per la sua risoluzione, per una azione di così alto profilo morale a favore delle famiglie e dei ragazzi disabili del territorio.

 

Con rinnovata stima , i saluti dalla famiglia del “Dopo Di Noi ets odv”

 

Potenza, 13-05-2021                                                   Il Presidente Vincenzo Carlone

 

 

 

Vaccinazioni fasce deboli in Basilicata

 

A Proposito di Vaccinazioni: Non poteva mancare anche nella occasione della vaccinazione per la pandemia in atto, la solita guerra tra poveri, o meglio la forza delle lobby quando si tratta di prevaricare chi è meno rappresentativo. Se a questo, volete aggiungere anche l'ignoranza del Governatore Bardi in fatto di disabilità, bene, fate pure....Finalmente è arrivato il turno della somministrazione del vaccino alle fasce deboli della Regione e per i primi ad essere trattati sono stati i soggetti down di Potenza confortati dalla presenza di Bardi, quelli che sono iscritti all'associazione. Gli altri, (quanti ???) sono stati ...rimandati al giorno successivo. E tutti i disabili che frequentano strutture pubbliche, centri di riabilitazione e diurni , seminternati, ciechi totali e tutti quelli che soffrono per malattie genetiche?????? Possono fare domanda e aspettare.....
Mi piace
Commenta
Condividi

 

 

 

Audizione dell'Associazione in quarta commissione comunale

Su invito del Presidente Beneventi della quarta commissione consiliare comunale di Potenza, siamo stati auditi in video collegamento il giorno 26 gennaio u.s. per avere il quadro reale e lo stato dell'arte relativo al progetto sperimentale che interessano i disabili del territorio.

Dopo aver illustrato il nostro impegno per finanziare da parte della Regione un progetto che accogliesse le persone disabili per un periodo di adattamento alla vita indipendente circa dieci anni fa, abbiamo evidenziato la difficoltà delle famiglie della nostra associazione ad aderire a tale percorso. Ed abbiamo spiegato anche il motivo determinato dal trasferimento delle stesse in altre regioni dove hanno trovato risposte ai loro bisogni. Quindi ad oggi, essendo cambiate le esigenze, l'adesione a tale progetto, non consente di procedere alla sua attuazione. Infatti su un numero di sei disabili a disposizione, abbiamo avuto l'adesione di due soggetti disabili della nostra associazione.

Le risposte per aderire a questo progetto sono state date solo dalla nostra associazione sulla scorta di informativa giunta dai servizi comunali,  per la formulazione dei bisogni,  espressi su un modulo che prevedeva l'anonimato. Abbiamo per questo motivo sollecitato la pubblicizzazione del progetto con un manifesto da affiggere in città ed in provincia per avere la possibilità di una giusta informativa per tutti i disabili. Per l'occasione offertaci, abbiamo sollecitato anche un tavolo di confronto e lavoro per discutere della legge 117-2017, 328-dpcm del 30-03-2001 e legge  104-92 per un partenariato ed una co-progettazione pubblico-privato da mettere in essere relative alla gestione della casa-domotica ancora da acquisire dall'amministrazione comunale.

 

Sollecitazioni Istituzionali per i vaccini anti coronavirus ai disabili

La nostra Associazione ha sollecitato, per mezzo dei media, il Governatore Vito Bardi e l'Assessore alla salute Rocco Leone per provvedere ad organizzare la somministrazione dei vaccini anti coronavirus a tutti i soggetti disabili del territorio compreso anche i loro accompagnatori.

Abbiamo ricordato che simili provvedimenti sono stati attuati in modo indipendente, già da tempo, dai Governatori della Toscana e della Sicilia. Essendo soggetti "Fragili" l'argomento era stato trattato dal prof. Arcuri del Comitato Tecnico scientifico del Ministero della Salute che si era complimentato con il Governo per inserire i soggetti disabili come le persone da vaccinare in uno con i soggetti ultraottantenni.

E' di oggi una mail fatta recapitare in PEC al Direttore Generale dell'ASP di Potena, Bochicchio con le argomentazioni del caso il cui testo è quì riportato in calce.

 

Al Direttore Generale ASP di Potenza Dott. Lorenzo Bochicchio

Esimio Direttore, riprendendo la richiesta fatta anche al Governatore Vito Bardi ed all’assessore Rocco Leone attraverso i media, siamo qui a sollecitarvi un VS intervento per la vaccinazione anti coronavirus per i soggetti disabili e dei loro accompagnatori che vivono sul nostro territorio. Ci auguriamo che anche i soggetti disabili che frequentano in forma residenziale e semiresidenziale le strutture autorizzate e convenzionate con il VS ente ( Vedi Aias  di Potenza)  rientrino in questo provvedimento considerando gli stessi come soggetti “Fragili”. La sollecitazione in tal senso è stata perorata anche dal comitato scientifico che tramite il prof. Arcuri ha avanzato la richiesta per la vaccinazione delle persone di cui sopra. ( Riportata in calce)

La nostra associazione, che tratta le problematiche dei disabili sollecita tale intervento avendo altre Regioni provveduto con proprie iniziative già da tempo alla risoluzione del problema. (Sicilia e Toscana)

Vogliamo ringraziarvi per le iniziative che vorrete adottare. Un saluto ed un augurio di buon lavoro

 
Altri articoli...

csv

Area riservata



Condividi!

Share this post

gruppo facebook