News

Sollecitazioni Istituzionali per i vaccini anti coronavirus ai disabili

La nostra Associazione ha sollecitato, per mezzo dei media, il Governatore Vito Bardi e l'Assessore alla salute Rocco Leone per provvedere ad organizzare la somministrazione dei vaccini anti coronavirus a tutti i soggetti disabili del territorio compreso anche i loro accompagnatori.

Abbiamo ricordato che simili provvedimenti sono stati attuati in modo indipendente, già da tempo, dai Governatori della Toscana e della Sicilia. Essendo soggetti "Fragili" l'argomento era stato trattato dal prof. Arcuri del Comitato Tecnico scientifico del Ministero della Salute che si era complimentato con il Governo per inserire i soggetti disabili come le persone da vaccinare in uno con i soggetti ultraottantenni.

E' di oggi una mail fatta recapitare in PEC al Direttore Generale dell'ASP di Potena, Bochicchio con le argomentazioni del caso il cui testo è quì riportato in calce.

 

Al Direttore Generale ASP di Potenza Dott. Lorenzo Bochicchio

Esimio Direttore, riprendendo la richiesta fatta anche al Governatore Vito Bardi ed all’assessore Rocco Leone attraverso i media, siamo qui a sollecitarvi un VS intervento per la vaccinazione anti coronavirus per i soggetti disabili e dei loro accompagnatori che vivono sul nostro territorio. Ci auguriamo che anche i soggetti disabili che frequentano in forma residenziale e semiresidenziale le strutture autorizzate e convenzionate con il VS ente ( Vedi Aias  di Potenza)  rientrino in questo provvedimento considerando gli stessi come soggetti “Fragili”. La sollecitazione in tal senso è stata perorata anche dal comitato scientifico che tramite il prof. Arcuri ha avanzato la richiesta per la vaccinazione delle persone di cui sopra. ( Riportata in calce)

La nostra associazione, che tratta le problematiche dei disabili sollecita tale intervento avendo altre Regioni provveduto con proprie iniziative già da tempo alla risoluzione del problema. (Sicilia e Toscana)

Vogliamo ringraziarvi per le iniziative che vorrete adottare. Un saluto ed un augurio di buon lavoro

 

Il calendario Sociale 2021. Un atto dovuto

La decisione unanime presa in assemblea dei soci era la realizzazione del calendario Sociale che accompagna la vita degli associati e non solo per tutto l’arco dell’anno.

La realizzazione del calendario è frutto anche della collaborazione degli associati che hanno contribuito inviando le foto dei propri ragazzi .

Uno strumento divulgativo per richiamare l’attenzione anche delle Istituzioni con le quali intercorrono rapporti ultra decennali.

Purtroppo la sua presentazione, con annessa festa per il fine anno, non è stata possibile realizzarla per la pandemia del coronavirus in atto.

L’augurio è quello di rimandare il tutto per il prossimo anno.

 

La famiglia del “Dopo Di Noi” esprime i migliori auguri per le festivita Natalizie

 

 

Tempi di pandemia da covid 19. Istituzioni assenti

In questo momento di difficoltà abbiamo constatato la latitanza delle Istituzioni che non hanno affrontato con capacità adeguata la emergenza dettata da questa pandemia:

Non un approccio, non una telefonata, non una programmazione per una qualsiasi terapia anche in remoto per alleviare le sofferenze delle persone disabili del territorio e della nostra città. Ci riferiamo a soggetti disabili che giornalmente abbisognano di terapie efficaci per gestire la loro spasticità o problemi connessi.

Anche i servizi sociali del nostro ambito di Potenza non danno risposte ai nostri interrogativi e sollecitazioni: Il progetto sperimentale presentato ad Ottobre u.s. dall’assessore Picerno, che prevede l’accoglienza di sei persone disabili in una struttura protetta non ha avuto seguito né tantomeno abbiamo avuto comunicazioni a riguardo. Anche la nostra proposta per una coproggettazione con i servizi sociali comunali per la gestione della casa domotica non ha avuto un seguito.

Questa seconda ondata della pandemia che ha prodotto tanti lutti era ampiamente prevista dalle comunità scientifiche in  tempi non sospetti:

Non  sono state previste misure adeguate per contrastare l’avanzata incontrollata del virus. Il terrore e le difficoltà che hanno vissuto molte famiglie della nostra associazione, sono riassunte nei quindici giorni passati per verificare se, dopo il primo tampone effettuato per verificare la positività al virus, contratto nella struttura riabilitativa da alcuni operatori, il secondo avesse come il primo verificata la negatività dell’esame.

Siamo giunti al giorno 13 Dicembre 2020 allorchè il governo nazionale ha dichiarato zona gialla la nostra Regione. questa decisione ci permetterà di muoverci con più facilità sul territorio comunale anche se già si paventa una chiusura totale a qualsiasi spostamento dal giorno 25 Dicembre e sino al 7 Gennaio 2021.

Queste sono purtroppo le prospettive che ci lascia in eredità l’anno che sta per concludersi. La speranza e l’augurio per noi tutti è la fine della pandemia e la riacquisizione di una vita “normale”.

 

Pandemia Coronavirus e dintorni

Il giorno 3 Ottobre 2020, quando sembrava che la pandemia del coronavirus  avesse rallentata la presa, abbiamo avuto l'opportunità di visitare il sito della cooperativa "Fili D'Erba" dove si attiverà il servizio sperimentale per l'accoglienza di sei ragazzi disabili per dodici mesi. Ad orari scaglionati la visita è stata organizzata a favore delle famiglie, dal dott. Triani, titolare della cooperativa, che alla presenza dell'Assessore Fernando Picerno ha  fatto gli onori di casa. La struttura priva di barriere architettoniche ed al piano terreno di un complesso condominiale di via Ciccotti nella cerchia urbana di Potenza, ha avuto l'autorizzazione dagli organismi di controllo per avviare questo servizio che permetterà agli ospiti qualora lo vorranno, dopo tale esperienza, di continuare la loro vita in comunità con l'accesso alla casa domotica o altre strutture similari che i servizi sociali del Comune stanno per realizzare.

Purtroppo da quella data il virus ha cominciato a farsi di nuovo minaccioso ed oggi, a Novembre registriamo una recrudescenza del virus che ha raggiunto numeri di contagio preoccupanti per cui, sviluppi relativi all'inizio del servizio da mettere in essere,  non ci è stata data comunicazione di sorta.

Attenderemo con pazienza questo stallo che è dovuto anche alla preoccupazione dei genitori di esporre i propri cari a situazione di grave pericolo per la loro vita.

 

 

Video Conferenza degli Associati

Non avendo la possibilità di organizzare la conferenza annuale in locali pubblici e per evitare assembramenti per via della pandemia del Covi 19, anche la nostra Associazione è ricorsa al collegamento messenger per una video conferenza svoltasi il giorno 11 luglio u.s. Il tema affrontato ha trattato dei "diritti sociali delle persone disabili". L'evento è stato sostenuto anche con la collaborazione della BCC Basilicata che ci permette di realizzare le nostre iniziative con un contributo economico. Il collegamento è stato effettuato dalla nostra sede sociale. La necessità prioritaria di un aiuto alla famiglia che deve accudire i propri cari disabili e la difficoltà di godere di questo diritto molto spesso negato, è stato l'argomento principe di questa conferenza. Molte le domande relative anche allo stato dell'arte della legge 112 del "Dopo Di Noi" che nonostante i finanziamenti erogati, ancora non viene rispettata dai servizi sociali del nostro Comune

 
Altri articoli...

csv

Area riservata



Condividi!

Share this post

gruppo facebook